Home Ultime notizie Tecnologia Asus presenta un display con frequenza di aggiornamento di 500 Hz

Asus presenta un display con frequenza di aggiornamento di 500 Hz

70
0

Asus ha aumentato la frequenza di aggiornamento dei suoi display presentando oggi un modello a 500 Hz. Fino ad oggi, il suo miglior monitor poteva arrivare a 360 Hz.

Il primo monitor a 500Hz di Asus

Asus ha utilizzato il Computex 2022 per presentare il ROG Swift 500 Hz, il famoso display con un’impressionante frequenza di aggiornamento. Ha una dimensione di 24,1 pollici con una definizione di 1920 x 1080 pixel (Full HD). Certo, al giorno d’oggi potrebbe sembrare poco, visto che esistono pannelli da 1440p, 4K e persino 5K. Ma l’idea non è quella di avere la migliore qualità visiva, bensì la migliore fluidità. Inoltre, occorrerebbe una quantità mostruosa di potenza per avere 500 Hz in 4K, ad esempio.

Il produttore afferma di aver utilizzato una nuova tecnologia Esports TN (E-TN) che offre tempi di risposta migliori del 60% rispetto ai pannelli TN standard per rendere il ROG Swift 500 Hz più reattivo. È inoltre dotato dell’analizzatore di riflessi di NVIDIA e supporta G-SYNC, che consente ai giocatori di regolare le impostazioni per ottenere il minor ritardo possibile.

Leggi:   Omicron in India: come affrontare l'ansia per la nuova variante del Covid-19

È chiaro che questo schermo si rivolge ai giocatori che vogliono sempre di più. In ogni caso, Asus conferma di essere ancora molto forte in questo campo, migliorando nel corso degli anni. Il primo pannello a 144 Hz è stato rilasciato nel 2012. Poi c’è stato uno schermo a 240 Hz nel 2017, un modello a 360 Hz nel 2020 e ora a 500 Hz.

Asus ROG Swift 500 Hz Display 1

Rimane una grande domanda: quali saranno il prezzo e la data di uscita? Asus non ha comunicato nulla al momento, quindi dovremo aspettare per saperne di più sul suo schermo ROG Swift 500 Hz. Per dare un’idea, l’attuale modello a 360 Hz costa 769 euro.

Articolo precedenteIl Nantes guarda alla Ligue 2
Articolo successivoFrancia: Giroud ricorda a Deschamps