Home Sport Calcio Benzema inarrestabile? Un ex vincitore del Real Ballon d’Or non la pensa...

Benzema inarrestabile? Un ex vincitore del Real Ballon d’Or non la pensa così

77
0

Karim Benzema sembra arrancare in questa stagione, ma un ex-Merengue ritiene che un giocatore del Liverpool sia in grado di neutralizzarlo sabato prossimo.

Il Liverpool sfida il Real Madrid nella finale di Champions League allo Stade de France sabato. Come ex giocatore di entrambe le squadre, A Michael Owen è stato chiesto di esprimere il suo parere sullo scontro e anche sul duello in partita tra Karim Benzema e Virgil Van Dijk.

Mbappé più pericoloso di Benzema?

Owen ha solo ammirazione per l’attaccante francese, ma è convinto che il Liverpool non potrebbe avere un marcatore migliore per l’ex Lione del suo terzino olandese.. “È buffo, perché non c’è una cosa in particolare che ti terrorizza da un punto di vista difensivo”, ha esordito. Obiettivo Regno Unito. Per esempio, se fossi Virgil Van Dijk e andassi a letto la sera prima della partita, non mi direi: “Dovrò andare in profondità perché Benzema potrebbe sfruttare lo spazio dietro, perché è molto veloce”. Oppure potrebbe battermi in aria perché è molto alto. D’altra parte, perderei il sonno se fossi un difensore e dovessi affrontare Kylian Mbappé, perché è così veloce e abile che può fare cose che ti mettono in imbarazzo. Quindi, in termini di attributi che potrebbero spaventare Van Dijk, non ce ne sono. Lui (Benzema) non è grande come Van Dijk, non è forte come Van Dijk, non è veloce come Van Dijk.

Leggi:   Snapdragon 8 Gen 1+ di Qualcomm in ritardo

A prima vista, quindi, il vincitore del Pallone d’Oro 2021 non è rimasto molto colpito da KB9. Eppure sa meglio di chiunque altro quanto sia difficile avere successo a Madrid e brillare nel tempo.. L’inglese ha ammesso: “Van Dijk deve rimanere sempre concentrato durante questa finale. Perché se si sbatte gli occhi su Benzema, lui segna.

Owen finisce comunque per riconoscere molte qualità in uno dei suoi successori al vertice dell’attacco merengue: “È un ottimo rifinitore e ha un ottimo temperamento. Il suo gioco di sospensione è brillante, ha tutto. È un grande attaccante, versatile, un numero 9 completo. Ha 34 anni eppure sembra migliorare sempre di più. Ha disputato una stagione talmente buona da diventare il punto focale della squadra dopo la partenza di Ronaldo. Ha dovuto portare l’attacco, ma questo lo ha reso più forte”.

Leggi:   Barcellona: Pique è in fiamme

Vedi anche:
>> Benzema, la tensione si fa sentire su Mbappé

Articolo precedenteSkeleton Crew: annunciata una nuova serie di Star Wars con Jude Law
Articolo successivoMbappé “ha il PSG nel cuore”: le confidenze di un amico intimo