Home Ultime notizie Stile di vita Birra e alcolici hanno effetti più dannosi sul punto vita e sul...

Birra e alcolici hanno effetti più dannosi sul punto vita e sul rischio di malattie cardiovascolari rispetto al vino rosso o bianco

82
0

Bere birra e liquori è legato a livelli elevati di grasso viscerale, il tipo di grasso dannoso associato a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, sindrome metabolica e altre complicazioni di salute.

Tuttavia, bere vino non mostra tale associazione con i livelli di questo grasso nocivo e può anche essere protettivo contro di esso, a seconda del tipo di vino consumato.

In effetti, l’abbiamo trovato bere vino rosso è legato ad avere livelli più bassi di grasso viscerale. Questi sono alcuni dei punti chiave di un nuovo studio che io e i miei colleghi abbiamo recentemente pubblicato sulla rivista Obesity Science & Practice.

Sebbene consumo di vino bianco non ha influenzato i livelli di grasso viscerale, il nostro studio ha dimostrato che bere vino bianco con moderazione potrebbe offrire il suo unico beneficio per la salute per gli anziani: ossa più dense.

Abbiamo riscontrato una maggiore densità minerale ossea tra gli anziani che bevevano vino bianco con moderazione nel nostro studio. E non abbiamo trovato questo stesso legame tra consumo di birra o vino rosso e densità minerale ossea.

Il nostro studio riguardava un database longitudinale su larga scala chiamato UK Biobank. Abbiamo valutato 1.869 adulti bianchi di età compresa tra 40 e 79 anni che hanno riportato fattori demografici, alcolici, dietetici e di stile di vita tramite un questionario touchscreen.

vino Secondo lo studio, bere vino rosso è legato ad avere livelli più bassi di grasso viscerale. (Fonte: Getty Images/Thinkstock)

Leggi:   Il fumo danneggia gli occhi? Scoprilo qui

Successivamente, abbiamo raccolto l’altezza, il peso e campioni di sangue da ciascun partecipante e ottenuto informazioni sulla composizione corporea utilizzando una misura diretta della composizione corporea chiamata assorbimetria a raggi X a doppia energia.

Quindi, abbiamo utilizzato un programma statistico per esaminare le relazioni tra i tipi di bevande alcoliche e la composizione corporea.

Perchè importa

L’invecchiamento è spesso accompagnato da un aumento del grasso problematico che può portare ad un aumento del rischio di malattie cardiovascolari nonché a una riduzione della densità minerale ossea.

Ciò ha importanti implicazioni per la salute dato che viene considerato quasi il 75% degli adulti negli Stati Uniti sovrappeso o obesi.

Avere livelli più elevati di grasso corporeo è stato costantemente collegato a un aumento del rischio di contrarre molte malattie diverse, tra cui malattia cardiovascolarealcuni tipi di cancro e un rischio maggiore di morte.

E vale la pena notare che i costi dell’assistenza medica nazionale associati al trattamento delle malattie legate all’obesità ammontano a più di 260,6 miliardi di dollari all’anno.

L’alcol è stato a lungo considerato un possibile fattore trainante dell’epidemia di obesità. (Foto d’archivio)

Considerando queste tendenze, è fondamentale che i ricercatori come noi esaminino tutti i potenziali fattori che contribuiscono all’aumento di peso in modo da poter determinare come combattere il problema.

L’alcol è stato a lungo considerato uno possibile fattore trainante dell’obesità epidemico. Eppure il pubblico sente spesso informazioni contrastanti sui potenziali rischi e benefici dell’alcol. Pertanto, speravamo di aiutare a districare alcuni di questi fattori attraverso la nostra ricerca.

Leggi:   Speciale Navratri: prepara questa ricetta di paneer facile ed energizzante durante il digiuno

Cosa ancora non si sa

Ci sono molti fattori biologici e ambientali che contribuiscono all’essere sovrappeso o obesi. Il consumo di alcol può essere un fattore, anche se ci sono altri studi che non hanno trovato legami chiari tra aumento di peso e consumo di alcol.

Una delle ragioni delle incongruenze nella letteratura potrebbe derivare dal fatto che gran parte della ricerca precedente ha tradizionalmente trattato l’alcol come una singola entità piuttosto che misurare separatamente gli effetti di birra, sidro, vino rosso, vino bianco, Champagne e alcolici. Eppure, anche se scomposta in questo modo, la ricerca produce messaggi contrastanti.

Ad esempio, uno studio ha suggerito che bere più birra contribuisce a un più alto rapporto vita-fianchi, mentre un altro studio ha concluso che, dopo un mese di consumo di birra a livelli moderati, gli adulti sani non hanno sperimentato alcun aumento di peso significativo.

Di conseguenza, abbiamo mirato a chiarire ulteriormente i rischi e i benefici unici associati a ciascun tipo di alcol. I nostri prossimi passi saranno esaminare come la dieta, incluso il consumo di alcol, potrebbe influenzare le malattie del cervello e della cognizione negli anziani con lieve deterioramento cognitivo.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteIl PSG vuole reclutare dal Barça
Articolo successivoBenzema, statistiche degne del più grande