Home Ultime notizie Stile di vita “Era davvero il Maharaj delle arti indiane”: gli artisti ricordano l’inimitabile eredità...

“Era davvero il Maharaj delle arti indiane”: gli artisti ricordano l’inimitabile eredità di Pandit Birju Maharaj

100
0

Pandit Birju Maharaj è deceduto Mattina; una notizia che ha colpito l’intera comunità dell’arte e della cultura. L’83enne, morto nella sua casa di Delhi, soffriva di una malattia renale ed era in trattamento di dialisi. Aveva anche Covid-19, il suo amico e discepolo, l’esponente kathak Uma Sharma, ha informato indianexpress.com.

“Sono in lacrime e sotto shock. Solo tre giorni fa gli ho parlato quando mi ha parlato della sua dialisi e che anche lui si è ammalato di Covid-19. Ricordo di averlo rimproverato per non essersi preso cura di se stesso. Era un artista per eccellenza; non solo un ballerino ma anche un cantante. Poteva persino suonare così tanti strumenti con facilità. Era veramente il Maharaj delle arti indiane. È una grande perdita che non ho parole per descrivere”, ha detto Sharma, 80 anni, la cui associazione con l’esponente è iniziata quando aveva solo 11-12 anni.

“Era l’ultimo guru di Kathak”, ha aggiunto.

uma sharma birju maharaj Uma Sharma con Birju Maharaj (Fonte: Uma Sharma)

Nato come Brij Mohan Nath Mishra il 4 febbraio 1938, era popolarmente conosciuto come Pandit Birju Maharaj. Un esponente del Lucknow Kalka-Bindadin gharana di danza Kathak in India, era un discendente della famiglia Maharaj di ballerini Kathak, che includeva i suoi due zii, Shambhu Maharaj e Lachhu Maharaj, e suo padre e guru, Acchan Maharaj.

Ricordando la sua associazione con l’artista leggendario, Kathak stalwart Shovana Narayan, che era nella sua residenza per i riti finali, ha detto: “Non solo un buon amico, ero anche un suo discepolo, probabilmente nel suo secondo lotto nel lontano 1964. Abbiamo trascorso un’intera vita insieme. Mi insegnava per 3-4 ore al giorno a casa mia e non faceva mai pagare un centesimo. Il suo unico “guru dakshina” era un piatto di rabdi e paan. In effetti, sua moglie ha fatto il mio haldi quando mi sono sposato”, ha detto Narayan, 71 anni, a questo punto vendita.

Ha anche ricordato la sua ultima conversazione con lui. “Gli ho parlato solo tre giorni fa, su Makar Sankranti. Suonava meglio di quando l’avevo visto una settimana fa, intorno all’8-10 gennaio, nella sua residenza. Era un’istituzione che ha portato una nuova dimensione e abilità artistica all’antica forma di danza classica del kathak. Ha poi continuato a revisionare kathak con la sua bellissima intensità, grazia, movimento. È stato fantastico vederlo esibirsi”, ha aggiunto Narayan.

Leggi:   Pochettino ha fatto la sua scelta per il futuro

Secondo Kalasharam, l’istituto di Birju Maharaj con sede a Delhi, la sua prima grande esibizione da solista è stata alle celebrazioni di Manmath Nath Ghosh nel Bengala alla presenza di sostenitori della musica. Ha ricevuto il riconoscimento come un giovane ballerino con un grande potenziale. Non ha mai guardato indietro dopo quello, il suo grafico della carriera in costante aumento.

Non solo in India, è riconosciuto in tutto il mondo. Il sito di Kalasharam ha anche menzionato che anche nei primi anni della sua carriera faceva parte di compagnie culturali inviate all’estero dal governo indiano per rappresentare l’India in vari festival. Ha effettuato numerosi tour in tutto il mondo, ad esempio Russia, Stati Uniti, Giappone, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Austria, Repubblica Ceca, Birmania, Sri Lanka, ecc. per spettacoli e conferenze-dimostrazioni.

stato rajpoot Beenu Rajpoot su Birju Maharaj (Fonte: Beenu Rajpoot/Stato WhatsApp)

Un destinatario del secondo più alto riconoscimento civile del paese – Padma Vibhushan – Pandit Maharaj sarà sempre ricordato come una leggenda vivente e un’istituzione, hanno detto gli artisti.

Il ballerino e regista di Kathak Beenu Rajpoot ha anche affermato che è stato un “grande shock”. “Le parole non sono sufficienti per esprimere il mio dolore”.

“Pandit Birju Maharaj è stato un modello per tutti i ballerini non solo per la sua esperienza, ma anche per la creazione di un percorso che ha insegnato ai ballerini a muoversi con i tempi. La sua scomparsa è una grande perdita per la confraternita della danza classica indiana. Oggi dovremmo ricordarlo come un grande genio della creatività e celebrare il suo immenso contributo attraverso il quale vivrà per sempre”, ha affermato la ballerina di Sattriya Prateesha Suresh.

Leggi:   Google non ha abbandonato il settore della tecnologia AR/VR

“Cosa dire… (non avere) parole. Maharaj Ji non è più con noi. Mi tremano le mani nello scrivere questo perché tutti sanno cos’era e cosa significava per noi – maa, per mia sorella e per me. Così scioccato, sconvolto e rattristato”, ha detto il chitarrista Utkarsh Srivastav su Instagram.

In una conversazione con indianexpress.com, ha detto che sua “madre, Sangeeta Sinhaiio è l’unico allievo di Maharaj ji a Varanasi, e anche il più anziano”. “Ha organizzato un grande festival chiamato Kathak Mahotsav dove Maharaj ji veniva ogni anno. Qualche anno fa, abbiamo celebrato il 25° anno di Kathak Mahotsav, dove ho anche avuto l’opportunità di esibirmi davanti a lui con mia sorella. Ci ha visti crescere, dall’infanzia fino ai giorni nostri. Quando ho comprato la mia prima chitarra elettrica, sono andato a prendere Maharaj ioÈ una benedizione quando era qui a Mumbai qualche anno fa. È tutto così prezioso”, ha detto.

L’esponente ha ricevuto il Sangeet Natak Academy Award quando aveva solo 28 anni. Ha poi vinto molti altri prestigiosi premi come: Kalidas Samman, Nritya Choodamani, Andhra Ratna, Nritya Vilas, Adharshila Shikhar Samman, Soviet Land Nehru Award, Shiromani Samman, Rajiv Gandhi Peace Award.

Secondo il suo sito web, gli erano state conferite anche lauree honoris causa dalla Banaras Hindu University e dalla Khairagarh University.

L’esponente di Harikatha, ballerina Kathak e cantante carnatica Sharat Prabhath ha scritto su Instagram: “Il giorno più triste della vita di ogni artista! Maharaj ji era un cittadino del mondo, un artista completo e un’anima bellissima. Ti auguro di tornare a dare una nuova dimensione a Kathak, molto presto!”

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedente‘L’India perde una leggenda delle arti dello spettacolo’: Tributi per il maestro kathak Pandit Birju Maharaj
Articolo successivoPS5: appaiono i giochi PS3, retrocompatibilità in arrivo?