Home Ultime notizie Tecnologia Firefox aggiunge un traduttore offline gratuito

Firefox aggiunge un traduttore offline gratuito

42
0

Mozilla sta lavorando da tempo a un traduttore che possa funzionare anche offline e ora è possibile ottenerlo con Firefox. È un modo per non dipendere da Google Translate o da altri strumenti online.

“Tradurre siti web nel browser senza utilizzare il cloud”.Mozilla dice del suo strumento di traduzione per Firefox. È sufficiente scaricare questa estensione e installarla nel browser. Poi arriva il momento di scaricare i pacchetti di lingue che vi interessano e il gioco è fatto. È sufficiente fare clic sull’icona dedicata nell’angolo in alto a destra per tradurre la pagina in cui ci si trova.

È il risultato del progetto Bergamot, finanziato dall’UE, in cui Mozilla ha collaborato con diverse università per sviluppare una serie di strumenti di apprendimento automatico per la traduzione offline. Normalmente, questo tipo di lavoro viene svolto sui server, dove vengono implementati modelli linguistici di grandi dimensioni (diversi GB di dimensioni e con una quantità impressionante di parametri) per tradurre la domanda di un utente. In questo caso, è il computer a svolgere direttamente il lavoro.

Leggi:   PSG : Leonardo sul file Haaland

L’interesse ad utilizzare il sistema di Mozilla non è altro che il rispetto della privacy. L’utilizzo, ad esempio, di Google Translate può tecnicamente aiutare Google a profilare l’utente in base alle sue richieste. Questo potrebbe aiutarla a visualizzare annunci mirati per l’utente. Nello scenario attuale, questo non è possibile.

Il problema, allo stato attuale, è il numero di lingue supportate. Su Google Translate sono presenti oltre 100 lingue. Con il traduttore di Firefox di Mozilla, al momento sono disponibili solo 12 lingue. Sono disponibili le lingue inglese, spagnola, estone, ceca, bulgara, norvegese (Bokmål), norvegese (Nynorsk), portoghese, italiana, russa, persiana (Farsi) e islandese. Il francese sarà presto disponibile? Speriamo che sia così.

Articolo precedenteEmmanuel Macron promette “una nuova era” per gli esports e le competizioni di videogiochi francesi
Articolo successivoObiettivo: le 3 possibili opzioni per Clauss