Home Ultime notizie Stile di vita Giornata mondiale del fegato 2022: l’esperto risponde alle domande più frequenti

Giornata mondiale del fegato 2022: l’esperto risponde alle domande più frequenti

155
0

Il fegato è il secondo organo più grande e uno dei più complessi del corpo, ma la consapevolezza riguardo alle malattie del fegato continua a essere bassa. Ecco perché, Giornata mondiale del fegato si osserva il 19 aprile di ogni anno per creare consapevolezza sulle malattie legate al fegato. Il dottor Prashant Vilas Bhaangui, direttore associato, Institute of Liver Transplantation and Regenerative Medicine, Medanta Hospital, Gurugram risponde ad alcune domande frequenti relative a malattie del fegato.

Cos’è la cirrosi epatica?

La malattia del fegato inizia inizialmente con il fegato grasso (dove c’è un accumulo di grasso in eccesso nel fegato). Questo poi progredisce verso la fibrosi del fegato che porta a rigidità e, infine, a malattie epatiche o cirrosi allo stadio terminale, ha aggiunto l’esperto.

Cause

Le cause più comuni di malattie del fegato sono l’epatite virale, cioè l’epatite B e l’epatite C, il consumo eccessivo di alcol e uno stile di vita malsano che può causare obesità. Alla fine si sviluppa un paziente che beve alcolici per periodi di tempo prolungati in quantità sostanziali cirrosi. Inoltre, le persone che sono in sovrappeso, conducono uno stile di vita malsano, hanno una dieta malsana, mancano di attività fisica e soffrono di comorbidità come diabete, ipertensione, disturbi della tiroide e livelli anormali di colesterolo sono a rischio di sviluppare fegato grasso non alcolico malattia (NAFLD), che evolve in cirrosi. La NAFLD è diventata una delle principali cause di cirrosi epatica in molti paesi. Altre cause congenite di cirrosi nei bambini sono l’atresia biliare, malattia metabolica del fegato. Alcune cause rare includono autoimmune epatitela malattia di Wilson e l’emocromatosi.

Leggi:   Gli acquirenti di alberi di Natale devono affrontare una riduzione delle forniture e prezzi più alti

fegato, salute del fegato, alimenti per il fegato, quali alimenti sono i migliori per il fegato, come mantenere il fegato sano, dieta sana, notizie indian express Mantieni il tuo fegato sano. (Foto: Getty/Thinkstock)

Sintomi

Inizialmente, un paziente può avvertire letargia costante, affaticamento, gonfiore dei piedi dopo aver camminato, ittero, liquido nel addome, episodi di sanguinamento, ipertensione portale nella fase successiva che porta a vomito di sangue, sangue nelle feci, emorragia interna. L’insufficienza epatica colpisce anche altri organi come i reni e porta persino alla perdita di memoria e alla sonnolenza.

Diagnosi

Se qualcuno ha una predisposizione genetica alla cirrosi e ha sintomi di malattia del fegato o soffre di epatite virale per un lungo periodo di tempo, devono sottoporsi a esami del sangue, test di funzionalità epatica, ecografia addominale, TAC ed endoscopia per capire lo stadio della cirrosi in cui si trovano.

Tirocini

Cirrosi compensata – Le funzioni epatiche vengono danneggiate in larga misura; tuttavia, il corpo in qualche modo affronta quella funzione epatica, a volte in misura del 50-60%.

Cirrosi scompensata – Quando il danno al fegato diventa più del 70-80 per cento circa. I pazienti manifestano sintomi come gonfiore dei piedi, accumulo di liquidi nell’addome, tendenze emorragiche ed effetti su altri organi, ad esempio sui reni e sul cervello.

Si può curare la cirrosi?

Una volta che il fegato raggiunge lo stadio di cirrosi, la malattia diventa irreversibile. Il fegato grasso e la fase iniziale della fibrosi epatica possono essere curati con i farmaci controllo della dieta, comprendere le cause e intraprendere le azioni appropriate per invertire la condizione. I pazienti allo stadio di cirrosi sono terapie mediche altamente raccomandate, per sostenere il fegato e prevenire la progressione della malattia malattia. Il medico, sulla base del punteggio CTP (Child-Turcotte-Pugh) e di altri punteggi aggiuntivi, determina la procedura di trattamento, ad esempio il trattamento medico o il trapianto di fegato.

Leggi:   OM : Mbemba, il recidivo

Consigli per la prevenzione

Ci sono alcune persone ad alto rischio a cui possono essere esposte epatite B e C come gli operatori sanitari e i pazienti sottoposti a trasfusioni di sangue, dovrebbero essere più vigili e prendere ulteriori precauzioni. I marcatori virali utilizzati per identificare una serie di epatite B, C e altre infezioni virali dovevano essere controllati a intervalli regolari. Gli esperti suggeriscono di sottoporsi a un controllo annuale che include un test di funzionalità epatica e un’ecografia dopo i 45-50 anni, gli esami del sangue vengono eseguiti per la diagnosi precoce, in particolare per le persone diabetiche, ipertese e con disturbi della tiroide.

Le persone dovrebbero evitare il consumo eccessivo di alcol, avere a dieta sanaevitare cibi fritti e spazzatura, fare esercizio regolarmente, evitare di fumare, ecc.

È possibile “purificare” il fegato? È un mito?

È più un mito che la realtà. Non c’è niente chiamato pulizia del fegato. Si possono adottare misure efficaci tra cui succhi rispettosi del fegato, rimanere idratati e mangiare cibi sani che aiuta a mantenere il fegato sano.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteIl Real Madrid e Ancelotti danno del filo da torcere a Mbappé
Articolo successivoReal Madrid: in dubbio il futuro di Asensio