Home Ultime notizie Stile di vita I laboratori di Delhi rilevano una nuova sottovariante di Omicron, il governo...

I laboratori di Delhi rilevano una nuova sottovariante di Omicron, il governo non ha ancora confermato

74
0

I laboratori di sequenziamento del genoma a Delhi hanno rilevato una variante della sottovariante Omicron BA.2, la cui comparsa è stata annunciata per la prima volta dal dipartimento sanitario di New York, che ha un vantaggio di crescita del 23-27% rispetto alla sottovariante originale.

I campioni che sono risultati positivi per la nuova sottovariante (BA.2.12.1) sono stati inviati al consorzio di sequenziamento del genoma Covid-19 dell’apice del paese, INSACOG, per la conferma, secondo i funzionari del dipartimento sanitario di Delhi.

“Non abbiamo ancora rilevato la sottovariante. Conosciamo questa sottovariante solo da un paio di settimane e ci vorrà del tempo prima di poter dire se è più trasmissibile o se provoca sintomi diversi”, ha affermato un alto funzionario dell’INSACOG.

Un altro esperto, in condizione di anonimato, ha affermato che è improbabile che la nuova variante porti a un aumento dei ricoveri ospedalieri. “Anche se si diffonde più velocemente, è simile alla variante Omicron che ha guidato la terza ondata in India. Un’enorme percentuale di persone è già stata esposta ad esso. È improbabile che questa variante porti a un aumento delle malattie gravi e dei ricoveri”, ha affermato l’esperto. L’esperto ha anche sottolineato la buona copertura vaccinale.

Leggi:   Il Bayern su Sadio Mané, è tutta una questione di vento!

Nel frattempo, a Delhi, il dipartimento della salute sta esaminando i metadati dei campioni trovati per avere il BA.2.12.1 per vedere se le infezioni sono state raggruppate o trovate in campioni provenienti da tutta la città, indicando una diffusione più ampia.

La nuova variante è stata trovata dopo che Delhi ha iniziato a sequenziare tutti i campioni positivi con un valore CT di 25 o meno dal 9 aprile in poi. Il valore CT è il numero di cicli che un campione deve essere amplificato prima che il virus venga rilevato. Minore è la carica virale, maggiore è il valore CT. I campioni con un valore CT superiore a 25 non possono essere sequenziati bene.

Delhi stava sequenziando tutti questi campioni positivi verso la fine del 2021, quando c’è stata una pausa nei casi tra la seconda e la terza ondata della pandemia. Questo è stato interrotto quando i casi hanno iniziato ad aumentare tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio.

Leggi:   Dolce & Gabbana rilancia la bellezza con un occhio alla Gen-Z

Articolo precedente[#BonPlan] 21 aprile promozioni high-tech
Articolo successivoRicetta per la colazione: prova oggi questo pancake al sorgo vegetale consigliato dalla FSSAI