Home Ultime notizie Stile di vita I taglialegna illegali in Vietnam si addestrano come guide turistiche nella giungla

I taglialegna illegali in Vietnam si addestrano come guide turistiche nella giungla

50
0

Il taglialegna vietnamita trasformato in guida turistica nella giungla Ngoc Anh conosce il valore degli alberi.

Per anni li ha abbattuti illegalmente per venderli come legname, lavorando spesso con altri per trasportare tronchi da 100 kg fuori da una foresta in rapido diradamento.

Ma mentre le piogge estreme e le inondazioni hanno devastato sempre più la sua comunità nella provincia centrale di Quang Binh, il 36enne si è informato sulle crisi climatiche e naturali in corso e si è rivolto invece al turismo e alla conservazione.

taglialegna illegali, taglialegna, taglialegna del Vietnam Sempre accompagnati da un ranger del parco, Ngoc Anh e altre guide turistiche aiutano a pattugliare i sentieri per tenere lontani i bracconieri, rimuovere le trappole per animali e ripulire la spazzatura. (REUTERS/Hoang Trung)

Ora, Ngoc Anh è uno dei 250 ex taglialegna addestrati da un’azienda di turismo d’avventura per guidare principalmente turisti stranieri attraverso le giungle e in alcuni dei più grandi sistemi di grotte del mondo nel Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang, un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Leggi:   Netflix ora permette di pulire in "Resume Play".

Prima, ogni volta che vedevo un grande albero, la mia testa calcolava quanto fosse alto l’albero e come tagliarlo in tronchi di diverse dimensioni”, ha detto Ngoc Anh, appollaiato su una liana muschiosa più spessa del braccio di una persona.

“Ma ora che sono nel settore del turismo, quando vedo un albero del genere, dico al gruppo del tour quanto sia prezioso questo albero perché non ne sono rimasti molti”.

taglialegna illegali, taglialegna, taglialegna del Vietnam Nguyen Ngoc Anh posa nel Parco Nazionale di Phong Nha, provincia di Quang Binh. (REUTERS/Hoang Trung)

Secondo Global Forest Watch, il Vietnam ha perso circa 3 milioni di ettari di copertura arborea tra il 2001 e il 2020, una diminuzione del 20% rispetto a 20 anni fa, trainata principalmente dai settori delle materie prime. Una repressione del governo contro il disboscamento illegale dal 2007 ha contribuito a rallentare il tasso di deforestazione e il paese ha aderito a un recente impegno globale per porre fine alla deforestazione entro il 2030.

Leggi:   Matrimonio Alia Bhatt-Ranbir Kapoor: Il velo della sposa ha questo ricordo speciale inciso su di esso

Sempre accompagnati da un ranger del parco, Ngoc Anh e altre guide turistiche aiutano a pattugliare i sentieri per tenere lontani i bracconieri, rimuovere le trappole per animali e ripulire la spazzatura.

Lo fanno per meno della metà di quello che hanno guadagnato nei giorni del disboscamento, ma sperano di guadagnare di più man mano che il turismo e i viaggi riprenderanno gradualmente.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteAll’avanguardia: il biomarcatore può predire il pre-diabete anni prima della diagnosi
Articolo successivoNeuralink: Elon Musk conferma i primi test umani entro la fine dell’anno