Home Ultime notizie Tecnologia Il browser di DuckDuckGo non blocca i tracker di Microsoft

Il browser di DuckDuckGo non blocca i tracker di Microsoft

60
0

DuckDuckGo offre un browser web rispettoso della privacy, ma si scopre che non blocca i tracker di Microsoft. Finora il gruppo non aveva detto nulla pubblicamente, ma la questione è stata portata alla luce dalla scoperta di un ricercatore di sicurezza.

Il browser di DuckDuckGo blocca i tracker… tranne quello di Microsoft

Il ricercatore di sicurezza Zach Edwards notato che il browser DuckDuckGo blocca i tracker di Google e Facebook, ma non quelli di Microsoft. Questi ultimi non sono affatto bloccati. Microsoft può quindi tecnicamente ottenere informazioni sugli utenti di Internet.

Gabriel Weinberg, fondatore e capo di DuckDuckGo, reagito a questo caso. Ha ammesso che il browser permetteva volontariamente i tracker di Microsoft. Ciò è dovuto a un accordo tra le due aziende, relativo alla ricerca. Inoltre, assicura che questo riguarda solo il browser e non coloro che utilizzano il motore di ricerca DuckDuckGo.

Leggi:   Un club è pronto a firmare Kessie

Il dirigente ha inoltre rilasciato la seguente dichiarazione a BleepingComputer:

Siamo sempre stati estremamente attenti a non promettere l’anonimato durante la navigazione, in quanto ciò non è francamente possibile data la rapidità con cui i tracker cambiano il loro modo di operare per eludere le protezioni e gli strumenti che attualmente offriamo. Quando la maggior parte degli altri browser sul mercato parla di protezione dal tracciamento, di solito si riferisce alla protezione dei cookie di terze parti e alla protezione delle impronte digitali. I nostri browser per iOS, Android e la nostra nuova beta per Mac impongono queste restrizioni agli script di tracciamento di terze parti, compresi quelli di Microsoft.

Si tratta di una protezione migliore di quella che la maggior parte dei browser cerca di offrire, ovvero il blocco degli script di tracciamento di terze parti prima che vengano caricati su siti web di terzi. Poiché lo facciamo dove possiamo, gli utenti ottengono comunque una protezione della privacy molto maggiore con DuckDuckGo rispetto a Safari, Firefox e altri browser. Questo post del blog che abbiamo pubblicato illustra i vantaggi reali che gli utenti ottengono da questo approccio, come tempi di caricamento più rapidi (riduzione media del 46%) e meno dati trasferiti (riduzione media del 34%). Il nostro obiettivo è sempre stato quello di fornire la massima privacy possibile in un unico download, per impostazione predefinita, senza complicate impostazioni.

Articolo precedenteL’OM ha “un grande progetto”, questo grande nome del PSG “sconvolge”.
Articolo successivoMourinho continua a fare il bello e il cattivo tempo