Home Sport Calcio Il Monaco cade contro il PSV / Champions League (turno preliminare)

Il Monaco cade contro il PSV / Champions League (turno preliminare)

29
0

Dopo il punteggio di parità dell’andata (1-1), l’AS Monaco ha perso contro il PSV Eindhoven (2-3, a.p.). Si tratta di una battuta d’arresto per il club del Principato, che non parteciperà alla fase a gironi.

Queste battaglie estive sono diventate comuni nella recente era dell’AS Monaco. Questo è stato il risveglio di una stagione fantastica, quella del 2016-17, che ha visto l’ASM di Jardim iniziare la sua epopea europea nel cuore dell’estate e portarla avanti fino alla fine della primavera, dopo lo sbocciare di un diamante chiamato Kylian Mbappé. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. Ogni promozione ha la sua storia. Questa nuova annata non punterà a quote così elevate. Peggio ancora, pur avendo visto il cielo schiarirsi, alla fine non sono riusciti a scagionare il PSV Eindhoven, in una partita rocambolesca in cui il club olandese ha avuto l’ultima parola.

Una settimana fa, la frustrazione dominava la mente dei monegaschi, consapevoli di aver ottenuto un risultato – un pareggio per 1-1 al Louis-II – che non corrispondeva alla loro prestazione collettiva. Gli uomini di Philippe Clement erano con le spalle al muro martedì sera. Il PSV, nella propria arena, aveva ancora una volta teso una trappola simile a quella dell’andata: lasciare l’iniziativa del gioco ai monegaschi e intrappolarli al minimo spiraglio.

Leggi:   Mbappé, i tifosi del Real sono già in fibrillazione

Uno scenario crudele per il Monaco

Questo è stato esattamente lo scenario che si è presentato all’inizio della partita. Dopo aver messo Gakpo in posizione pericolosa con una buona apertura (12°), l’inarrestabile Veerman ha rotto gli indugi con un bel tiro a incrociare su cross di Mwene (1-0, 21°).. A questo punto la presa del Monaco sulla partita si fa sempre più stretta. Il piano olandese è stato eseguito alla perfezione. Saibari (28°) e poi l’attaccante Veerman (42°) mettono i brividi alla difesa del Monaco.

Con le spalle al muro, il club del Principato ha comunque trovato le risorse per riemergere. Dopo il colpo di Ben Yedder su Benitez, ex Nizza, poco prima dell’intervallo (45°), Maripan è salito in cattedra e ha giocato un ruolo fondamentale nel successo della squadra. Il gigante cileno ha trovato prima il palo con una punizione calciata da Caio Henrique (55°) e poi ha segnato da una mischia in area (1-1, 58°)..

Leggi:   Cosa sono le calorie vuote e perché dovresti evitarle?

Non si trattava di fare un passo indietro. Chi altro se non Wissam Ben Yedder potrebbe testimoniarlo? Il francese, capitano della squadra, ha trasformato un cross di Gelson Martins per portare in vantaggio i suoi (1-2, 70′).. Il Monaco avrebbe potuto e dovuto chiudere i conti nel minuto successivo, se Embolo, lanciato nello spazio, avesse ottenuto qualcosa dalla ribattuta di Obispo (88°). Ma non è stato così. L’Eindhoven ha reagito. L’opportunistico calcio di casco di Gutierrez manda il PSV ai tempi supplementari. E in questa partita, gli olandesi hanno avuto l’ultima parola, Luuk de Jong ha liberato la sua squadra con un potente colpo di testa a fine serata (3-2, 109°). Crudele, davvero. Tanto più che il Monaco aveva colpito la traversa dieci minuti prima con Embolo (93°). I monegaschi sono rimasti a piedi.

Articolo precedenteIsmael Bennacer nel mirino di un club inglese
Articolo successivoOM, mercato: Bakambu resta