Home Ultime notizie Stile di vita La Bestia, le montagne russe in legno più lunghe del mondo, è...

La Bestia, le montagne russe in legno più lunghe del mondo, è pronta a battere il proprio record: scopri come

151
0

La Bestia, un legno montagne russe a Kings Island in Ohio, detiene il record per le montagne russe in legno più lunghe del mondo dal 14 aprile 1979. Ora, per rafforzare ulteriormente la sua presa sul record, è tutto pronto per estendere la pista di 2 piedi, secondo il parco.

Attualmente, le montagne russe tradizionali in legno laminato più lunghe sono lunghe 2.286 metri o 7.359 piedi. Rughe su questo montagne russe durano 3 minuti e 40 secondi e raggiungono una velocità massima di 104 km/h.

Quando aprirà la stagione a maggio, batterà il proprio record di due piedi e diventerà lungo 7.361 piedi “a causa del lavoro di ritracciamento e riprofilatura fuori stagione, che include anche un primo calo più ripido”.

“Quando guardi i record delle montagne russe, vengono battuti tutto il tempo. Ma c’è un record che nessun parco al mondo è stato in grado di battere per più di 40 anni, fino ad ora, ed è il record per il legno più lungo montagne russe”, ha affermato Mike Koontz, vicepresidente e direttore generale di Kings Island.

Leggi:   Risqué era la parola al "Miley's New Year's Eve Party" con Pete Davidson

La Bestia contiene anche caratteristiche come dislivelli di 137 piedi e 141 piedi, un tunnel sotterraneo lungo 125 piedi nella parte inferiore del dislivello di 137 piedi, otto curve sopraelevate, un tunnel elicoidale di 540 gradi verso la fine e accelera a 64,77 miglia orarie.

Durante il progetto di ristrutturazione delle montagne russe iniziato a novembre dello scorso anno, la prima caduta è stata riprofilata da 45 gradi a 53 gradi. Secondo il parcoil progetto dovrebbe concludersi entro maggio.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteVinicius, la notizia che ti rende felice
Articolo successivoManchester United: Pochettino nei guai