Home Sport Calcio La curiosa richiesta di Guardiola al Southampton

La curiosa richiesta di Guardiola al Southampton

69
0

Pep Guardiola ha lanciato un appello ai Saints per evitare che la corsa al titolo inglese si allunghi fino all’ultima giornata.

Concedendo punti contro il West Ham domenica, Il Manchester City ha perso una grande occasione per chiudere la corsa al titolo inglese. Al contrario, gli Sky Blues si troveranno di fronte a un altro scossone all’ultima giornata, dato che uno scivolone contro l’Aston Villa la prossima settimana potrebbe lasciarli alle spalle del Liverpool.

L’unico scenario che potrebbe vedere il Man City arrivare alla partita finale con la certezza di essere incoronato campione è se il Liverpool cade a Southampton nel posticipo di martedì. Pep Guardiola lo sa bene e si è preso la libertà di mandare un messaggio alla squadra di Ralph Hassenhutl. “Battuto il Liverpool per 4-0”, ha commentato.

Leggi:   Mbappé, per il Barça è inaccettabile

Guardiola guarda a domenica prossima

Su una nota più seria, l’allenatore catalano ha detto che ci si aspetta che i Reds si impegnino fino alla fine. Anche se avrebbe evitato la stressante giornata finale, non vede l’ora di affrontare l’atto finale e il duello a distanza contro un avversario di tutto rispetto. “Contro questo Liverpool non si può vincere il campionato a quattro partite dalla fine”, ha affermato. Bisogna lottare fino alla fine. Il grande privilegio è che è a casa nostra ed è nelle nostre mani”.

Il tecnico catalano ha concluso con un appello ai tifosi. Vuole una grande atmosfera all’Etihad Stadium: “Posso assicurarvi una cosa. Tra una settimana il nostro stadio sarà molto rumoroso e noi gli daremo tutta la nostra vita, mentre loro ci daranno la loro vita per 95 minuti. È un privilegio incredibile vincere una partita in casa ed essere campioni”.

Leggi:   Ritorno anticipato per Paul Pogba

Vedi anche:
>>> Guardiola non è (totalmente) soddisfatto di Haaland

Articolo precedenteChampions League, Ronaldinho annuncia il futuro vincitore
Articolo successivoI/O Pinball: il simpatico flipper di Google funziona su qualsiasi browser