Home Ultime notizie Tecnologia La perseveranza è quasi arrivata… e antiche tracce di vita “marziana”?

La perseveranza è quasi arrivata… e antiche tracce di vita “marziana”?

50
0

Perseveranza e Ingegnoil duo di robot esploratori più amichevole da quando Wall-E e Vigiliaè molto vicino a raggiungere la sua destinazione finale. Questo obiettivo finale è un’area specifica alla periferia della Jezeroun’area in cui il NASA spera di trovare tracce di vita marziana (molto) antica (quella che i ricercatori chiamano biosignature). Questo luogo corrisponde al delta del lago che copriva il cratere di Jezero molto tempo fa.

C’è ancora un po’ di strada da fare per raggiungere l’obiettivo, ma si scopre che il terreno è piuttosto accidentato nella zona interessata (non per niente è chiamata la Tanyard del Diavolo) . Tuttavia, gli ingegneri della NASA hanno trovato una soluzione: l’indistruttibile elicottero drone Ingenuity viene utilizzato per aprire la strada al Rover, pattugliandolo prima di lui. Questa collaborazione ha avuto successo finora, tanto che il duo è arrivato ai piedi del Delta pochi giorni fa. La perseveranza deve ancora arrivare a Rocky Top (la cima del “Delta”), raccogliendo almeno 5 campioni lungo il percorso. Sono questi i campioni a cui la NASA è interessata, perché sarebbero di Questi campioni sono di interesse per la NASA in quanto “buoni candidati per la conservazione di molecole organiche e potenziali microrganismi antichi”..

Freniamo un po’ gli entusiasmi: l’analisi dei campioni richiederà diversi mesi, e dovremo quindi avere pazienza per avere la conferma (o meno) di una biosegnalazione marziana.

Leggi:   Laporta dice finalmente di più su Dembélé
Articolo precedenteRennes, quale futuro per Genesio? Nuove confidenze
Articolo successivoIl Chelsea consolida il terzo posto / Premier League (J27)