Home Ultime notizie Tecnologia La Russia condanna Meta e TikTok per propaganda

La Russia condanna Meta e TikTok per propaganda

99
0

I tribunali russi hanno multato Meta (Facebook, Instagram) e TikTok per non aver rimosso i post LGBT, hanno riferito le agenzie di stampa russe.

Multe per Meta e TikTok in Russia

Il tribunale Tagansky di Mosca ha prima multato Meta con quattro milioni di rubli (circa 50.200 euro) per non aver rimosso i contenuti che “propagano” contenuti LGBT. In un’udienza separata, il tribunale Mirovoi di Mosca ha multato TikTok con due milioni di rubli (25.135 euro) per lo stesso motivo.

Le grandi aziende digitali sono regolarmente multate in Russia per non aver cancellato contenuti ritenuti pericolosi per i minori o legati all’opposizione. Questa pressione è aumentata dall’inizio dell’operazione militare russa in Ucraina, che ha visto molti siti indipendenti e di opposizione banditi.

A marzo, le autorità russe hanno anche vietato Facebook e Instagram per “estremismo”. In particolare, hanno ritenuto che i social network di proprietà di Meta siano un luogo di disinformazione con la guerra in Ucraina. Anche Twitter è bloccato per lo stesso motivo, così come i siti di diversi media. Ma TikTok rimane disponibile per l’uso da parte dei russi.

Leggi:   Il Liverpool fa acquisti in Bundesliga
Articolo precedenteInternet: sabotaggio dei cavi in Francia, interruzioni in diverse città
Articolo successivoLa grande mancanza dell’Inter