Home Ultime notizie Stile di vita Le lettere d’amore adolescenziali di Tupac sono state vendute all’asta

Le lettere d’amore adolescenziali di Tupac sono state vendute all’asta

196
0

Tupac Amaru Shakur aveva solo 25 anni quando morì.

Il rapper ha perso la vita nella East Coast vs. Faida hip hop della West Coast, che ha causato la morte di diversi rapper famosi negli anni ’90.

Shakur ha lasciato dietro di sé non solo i classici dell’hip-hop, ma anche lettere e poesie che sono state messe all’asta da Sotheby’s il 30 marzo.

Alcuni oggetti all’asta risalgono a molto prima che diventasse famoso.

All’età di 11 anni, ad esempio, scrisse haiku per il suo padrino, che era in prigione a causa delle sue attività con il Black Panther Party. Il manoscritto di haiku, firmato “Tupac Shakur, Future Freedom Fighter”, è stato venduto all’asta per $ 302.400 (€ 271.000).

Altre sono lettere d’amore della sua adolescenza, quando fu particolarmente preso da una ragazza di nome Cosima.

Le lettere rivelano anche la sua stretta amicizia con Jada Pinkett, che ora è sposata con l’attore Will Smith, e che è stata appena coinvolta in uno scandalo al 94esimo Oscar.

Una famiglia di combattenti

Shakur è nato ad Harlem, New York, da Afeni Shakur e Billy Garland, entrambi membri attivi del Black Panther Party negli anni ’60 e ’70. Shakur è cresciuto con i Panthers come sua famiglia di fatto e ha vissuto con il trauma di vederne molti arrestati, imprigionati e uccisi. Sua madre era un’oratrice di talento per il movimento e lo chiamò in onore del rivoluzionario inca Túpac Amaru II.

Una lettera in vendita da Sotheby’s riflette il mondo in cui Shakur è cresciuto. “Questo è dedicato alla mia famiglia che è imprigionata per aver cercato di costruire una nazione migliore per me”, scrive l’undicenne.

Una delle lettere, scritta quando Shakur era più grande, traccia i suoi dubbi iniziali su se stesso e sul suo talento. Menziona in loro che sua madre lavorava fino a tarda notte e che doveva prendersi cura dei suoi cugini, che non aveva tempo per esercitarsi a rappare.

La futura superstar ha anche pensato di rinunciare alla musica: “Il mio manager mi ha detto che non voleva che mi ritirassi dal rap, ma penso di sì perché non riesco a sopportare così tanto rifiuto…”

Leggi:   OM: Sampaoli esce dai binari, la sfuriata di Di Meco

Un inizio promettente

Tupac ha continuato comunque. Quando aveva 15 anni, si trasferì a Baltimora, in una zona tranquilla e prevalentemente bianca della città. In questo ambiente borghese, Tupac ha frequentato una scuola d’arte con orientamento artistico-musicale. La letteratura, il balletto e il teatro lo affascinavano.

Quando aveva 17 anni, la famiglia si trasferì a Marin City, in California, dove alla Tamalpais High School, Shakur frequentò il seminario di poesia di Leila Steinberg, The Microphone Sessions. Steinberg ha riconosciuto il suo talento e lo ha preso sotto la sua ala protettrice, insegnandogli la poesia e facendogli da mentore mentre la sua carriera rap è decollata. Steinberg lo aiutò ad ottenere un contratto discografico e iniziò a chiamarsi 2Pac.

Nel 1991 è stato pubblicato il primo album “2Pacalypse Now”. Due anni dopo, ha avuto una svolta con “Strictly 4 My NIGGAZ”

Nel frattempo ha vissuto a Los Angeles ea 22 anni si è impegnato per i diritti delle donne e per aiutare i bambini e i giovani bisognosi.

Nella sua canzone “Keep Ya Head Up”, si schiera con le donne oppresse e maltrattate. Ma il giovane rapper ha avuto problemi anche con la polizia e violenti scontri lo hanno portato più volte in tribunale.

L’inizio della costa orientale vs. Faida della costa occidentale

Nel 1994 Shakur era famoso.

Nel novembre dello stesso anno, mentre si trova in uno studio a New York con i rapper della East Coast The Notorious BIG, alias Biggie Smalls, e Puff Daddy, il gruppo viene colpito. Tupac prende cinque proiettili ma sopravvive. Accusa gli altri due di aver organizzato l’assassinio. L’evento è considerato l’inizio della East Coast vs. Faida della costa occidentale.

All’inizio è una guerra relativamente innocua: i musicisti si insultano a vicenda nelle loro canzoni. Alla fine, il conflitto divenne sanguinoso.

Quando è uscito il terzo album di Tupac, “Me Against The World”, il rapper era in prigione per molestie sessuali. Il record ha raggiunto il numero uno nelle classifiche di Billboard negli Stati Uniti.

Leggi:   Mercato: i giganti inglesi si muovono per Lewandowski

Uno dei suoi singoli è l’immortale classico hip-hop “Dear Mama”. In esso, descrive il suo amore per sua madre e le sfide nella loro relazione, comprese le sue lotte con la dipendenza.

Successivamente, ha accettato di scrivere tre album per un’etichetta discografica in cambio del suo contratto di locazione di $ 1,4 milioni. L’album successivo, “All Eyez On Me”, è stato prodotto dal Dr. Dre. In esso, Tupac celebra il suo stile di vita da gangster, con canzoni come “California Love” che hanno avuto successo commerciale.

Un uomo libero, il 7 settembre 1996, mentre era fermo a un semaforo a Las Vegas, un’auto di passaggio aprì il fuoco sulla BMW di Shakur. Fu colpito da diversi proiettili e morì per le ferite riportate in ospedale sei giorni dopo.

Il rivale della costa orientale di Tupac, The Notorious BIG, viene sospettato. Lui stesso morì in una sparatoria pochi mesi dopo.

Ancora oggi non è chiaro chi sia il responsabile dell’omicidio di Shakur e le teorie di The Notorious BIG Cospiracy abbondano, inclusa quella che dice che Shakur è ancora vivo e vive su un’isola caraibica.

Tupac, la leggenda

L’omicidio irrisolto ha sicuramente contribuito alla creazione di leggende attorno al rapper.

Rimane un idolo nella scena hip hop, soprattutto per molti giovani artisti, nonostante i suoi paradossi.

Cinque album sono stati pubblicati dopo la sua morte – l’ultimo nel 2006 – e quattro di loro hanno raggiunto lo status di platino e oro negli Stati Uniti e in Inghilterra.

Dall’assassinio di Tupac, la BMW crivellata di proiettili è passata di mano diverse volte, anche all’asta, dove l’auto è stata aggiudicata per 1,5 milioni di dollari (1,35 milioni di euro) nel 2017.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteChelsea: Tuchel chiarisce il caso Rudiger
Articolo successivoMilik, le sue condizioni per rimanere all’OM