Home Ultime notizie Stile di vita L’uso del disinfettante durante la gravidanza è legato all’asma infantile, all’eczema? ...

L’uso del disinfettante durante la gravidanza è legato all’asma infantile, all’eczema? Ecco cosa dicono gli esperti

63
0

Un nuovo studio sulla popolazione rileva che l’uso di disinfettanti da parte di donne incinte può essere un fattore di rischio per l’asma e l’eczema nei loro figli. Pubblicato in linea in Medicina del lavoro e dell’ambientelo studio afferma che le probabilità di bambini con asma o eczema erano significativamente più alte se le loro madri usavano disinfettanti da una a sei volte a settimana rispetto alle probabilità nei bambini di madri che non li hanno mai usati.

Gli autori hanno utilizzato i dati su 78.915 coppie madre-bambino che hanno partecipato al Ambiente giapponese e studio sui bambini esaminare se l’esposizione delle madri ai disinfettanti sul posto di lavoro fosse associata a un aumentato rischio di diagnosi di malattie allergiche nei loro figli all’età di tre anni. Lo studio ha rilevato che esisteva una relazione dipendente dall’esposizione tra l’esposizione prenatale ai disinfettanti e le probabilità che i bambini li sperimentassero condizioni allergichecon i figli di madri esposti a disinfettanti ogni giorno che hanno le più alte probabilità di una diagnosi: il 26% in più per l’asma e il 29% in più per l’eczema rispetto ai figli di madri che non sono mai state esposte.

In particolare, i disinfettanti sono usati frequentemente negli ospedali e in altre strutture mediche, con la pandemia di covid-19 che ha portato a un aumento del loro uso in ambito medico e anche più ampiamente, anche dalla popolazione generale, per frenare la diffusione del virus.

Leggi:   Youcef Belaïli, "autore di deviazioni multiple

Cosa sono i disinfettanti?

La disinfezione è un processo utilizzato nel settore sanitario per distruggere gli organismi che causano malattie, ha affermato il dott. Rohini Kelkar, consulente senior, microbiologia clinica, Metropolis Healthcare Ltd. “L’antisepsi è l’uso di disinfettanti sulla pelle prima dell’intervento chirurgico, per le mani contaminate da microrganismi. I disinfettanti domestici comunemente usati sono clorexidina gluconato, composti di ammonio quaternario e alcol. È necessario disinfettare le superfici negli ospedali contaminate da sangue e altro materiale infettivo”, ha affermato il dottor Kelkar.

Le sostanze chimiche presenti in questi disinfettanti possono causare irritazioni cutanee, allergie, infezioni ed eczemi nei neonati, ha affermato il dottor Swati Gaikwad, consulente ostetrico e ginecologo, Motherhood Hospital, Pune. “Può aggravare i problemi di salute respiratoria. Anche quelli con problemi respiratori esistenti avranno difficoltà se i disinfettanti vengono utilizzati quotidianamente. Possono danneggiare le vie respiratorie in caso di esposizione prolungata o ripetuta, se inalati. Si vedranno anche altri segni come ustioni cutanee e irritazione agli occhi”, ha spiegato.

Cosa tenere a mente?

Secondo il dottor Gaikwad,

*Scegliere un disinfettante appropriato in base al tipo di superficie da disinfettare (superficie dura, superficie morbida, elettronica).
*Optare per i guanti durante l’utilizzo di disinfettanti. È essenziale utilizzare la corretta concentrazione e metodo di applicazione.
*Non mischiare disinfettanti con detergenti, altri disinfettanti o altri prodotti chimici. È meglio che le donne in gravidanza stiano lontane dai disinfettanti o indossino maschere quando vengono utilizzate a casa o fuori.

Leggi:   Harnaaz Sandhu diventa il terzo indiano a vincere il titolo di "Miss Universe" dopo Sushmita Sen, Lara Dutta

gravidanza, pianificazione di una gravidanza negli anni '30, gravidanza negli anni '30 rispetto alla gravidanza negli anni '20, salute riproduttiva, gravidanza sana, gravidanza tardiva, notizie indian express È importante considerare alcune cose in gravidanza quando si tratta di salute della madre e del bambino (Foto: Getty/Thinkstock)

Il dottor Kelkar ha sconsigliato “l’uso indiscriminato” di disinfettanti. “I disinfettanti sono come gli antibiotici e non dovrebbero essere usati indiscriminatamente. Possono anche causare infertilità e creare superbatteri resistenti agli antibiotici. Se utilizzati sulle superfici di contatto nelle cucine, possono contaminare gli alimenti a contatto anche dopo che la pulizia è stata completata”, ha affermato.

Ci sono alternative?

Secondo il dottor Kelkar, il sapone liquido e l’acqua calda sono i disinfettanti ideali per le case. “Lavarsi le mani con acqua e sapone è il modo migliore per prevenire la trasmissione di infezioni. La luce solare è il miglior disinfettante naturale”, ha detto.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteLacazette al Lione, non è facile
Articolo successivoAquaBOT: il drone acquatico che misura la qualità dell’acqua