Home Stile di vita Salute Perché io (ei miei figli) ho così tanti raffreddori? E con...

Perché io (ei miei figli) ho così tanti raffreddori? E con tutto questo Covid in giro, dovremmo isolarci anche noi?

88
0

Mentre ci dirigiamo verso l’inverno, aumenta la probabilità di prendere un fastidioso raffreddore. Obbiettivo covid cambia il modo in cui ci avviciniamo al mal di gola e al naso che cola.

Se hai sintomi di raffreddore e torni negativo test antigenici rapidi, l’isolamento non è obbligatorio, ma è una buona idea. Ma per quanto tempo dovresti stare lontano dagli altri quando hai il raffreddore?

In genere, sei contagioso fino a quando i sintomi non scompaiono e dovresti stare lontano fino a quando non stai di nuovo bene. Trasmettere il tuo raffreddore sugli altri può significare non necessario COVID-test per loro.

Alcune persone possono avere una tosse persistente o altri sintomi quando hanno superato il normale periodo infettivo. Se il tuo RAT è chiaro per COVID e i tuoi sintomi persistono, è una buona idea consultare il tuo medico di famiglia per escludere altre infezioni o complicazioni.

Quali sono le cause del “raffreddore comune”?

A differenza di altre malattie infettive con una causa specifica, come il COVID, che è causato da SARS-CoV-2 – il “raffreddore comune” è un’infezione virale delle vie respiratorie superiori con un insieme di segni e sintomi classici, ma che non è causata da un virus specifico.

raffreddore è più frequentemente causato da più di 100 diversi sierotipi di rinovirus umani (virus all’interno di una specie con lo stesso numero e tipo di proteine ​​di superficie).

I raffreddori possono anche essere causati da molti altri virus, inclusi i comuni coronavirus umani del raffreddore, i virus della parainfluenza, gli adenovirus e altri.

Abbiamo ripetutamente il raffreddore perché quando sviluppiamo l’immunità a un tipo di virus che può causare il raffreddore, ne arriva un altro a cui non abbiamo l’immunità. Alcuni di questi mutano nel tempo e “fuggono” dagli anticorpi che abbiamo prodotto per una precedente infezione.

Mentre tendiamo a pensare al raffreddore come innocuo, nei giovanissimi, negli anziani o in altri con meno sistemi immunitari robusti possono causare gravi malattie. Ciò può comportare il ricovero in ospedale e può scatenare l’asma nelle persone predisposte.

Leggi:   Giroud in blu, Deschamps (quasi) chiude la porta

Come si trasmettono i raffreddori?

I virus del raffreddore vengono trasmessi toccando il tuo occhibocca, naso o cibo con le mani contaminate da virus, dal contatto diretto con altri o dall’inalazione di aerosol contaminati.

I bambini in età prescolare hanno da sei a otto (o più) raffreddori all’anno.

I bambini sembrano essere i fattori chiave di trasmissione comunitaria e portare l’infezione a casa dall’asilo o dalla scuola.

Gli adulti poi portano le infezioni nei loro luoghi di lavoro. Una scarsa ventilazione nei luoghi di lavoro può aumentare il rischio di esposizione ai virus del raffreddore.

I raffreddori sono più comuni in autunno, inverno e mollao nella stagione delle piogge se vivi ai tropici.

Ciclo di vita del freddo comune

Il periodo di incubazione mediano (il tempo più comune necessario per sviluppare i sintomi) può variare notevolmente da circa mezza giornata a cinque giorni e mezzo, a seconda del virus coinvolto.

In un infezione da rinovirussono circa due giorni, anche se i sintomi possono manifestarsi in appena mezza giornata.

In genere, è probabile che tu sia infettivo uno o due giorni prima di sviluppare i sintomi e mentre hai i sintomi.

Adulti e adolescenti di solito guariscono dai loro sintomi in circa sette-dieci giorni. Tosse può durare più a lungo per alcune persone, in particolare i bambini più piccoli.

Quali sintomi hai e perché?

Infiammazione dall’infezione può causare una serie di sintomi, tra cui mal di gola, naso che cola, congestione nasale, starnuti e tosse.

Il naso che cola si verifica perché una sostanza chimica chiamata istamina rende i vasi sanguigni più permeabili. Il tuo moccio inizia chiaro e correndo. Col tempo tenderà ad addensarsi.

Mentre le tue cellule immunitarie combattono l’infezione, alcune globuli bianchi morirà, cambiando il colore del moccio. Quando la risposta immunitaria prende il sopravvento, i globuli bianchi chiamati neutrofili producono una sostanza chimica che combatte le infezioni (mieloperossidasi) che ha un colore verde.

Leggi:   Real Madrid: Alaba fa il grande passo

Quando molti neutrofili muoiono mentre combattono il virus, la mieloperossidasi provoca il moccio verde.

Se il tuo naso che cola persiste per un lungo periodo o sviluppi dolore facciale, potresti aver acquisito a sinusite.

Come prevenire la cattura e la trasmissione del raffreddore

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano le seguenti precauzioni per ridurre il rischio per gli altri:

*Resta a casa quando sintomatico (e tieni i bambini malati a casa da scuola o dall’asilo nido). Per la maggior parte delle persone, questo sarà di circa sette-dieci giorni
* Se hai bisogno di tossire o starnutire, fallo nel gomito. Se si utilizzano fazzoletti, smaltire i fazzoletti contaminati e lavarsi le mani in seguito
* Lavati o igienizza spesso le mani perché i rinovirus possono indugiare sulle dita e sugli oggetti per diverse ore
* La trasmissione avviene quando sei in prossimità di altri. Quindi puoi scegliere di lavorare da casa, se possibile. Se non puoi, mantieni le distanze dai tuoi colleghi
* Dato che la trasmissione di aerosol è possibile, a seconda del virus coinvolto, potresti anche indossare una maschera al lavoro per una o due settimane dopo che i sintomi sono scomparsi o se sei tornato al lavoro con una tosse persistente
* Disinfettare le superfici toccate frequentemente

Infine, allenati a evitare di toccarti il ​​viso. Uno studio ha confrontato le infezioni del tratto respiratorio superiore in due gruppi: uno che si lavava solo a mano e uno che si lavava a mano e utilizzava uno Smartwatch con un sensore per tracciare i movimenti della mano e ricordare di non toccare il viso.

Il gruppo con il rilevamento della mano e i promemoria si è toccato il viso meno frequentemente e ha avuto una riduzione del 53% delle infezioni del tratto respiratorio superiore.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteMbappé al Real, trattative in stallo
Articolo successivoIl Liverpool tiene la speranza portoghese