Home Sport Calcio PSG : La rosa degli allenatori è nota

PSG : La rosa degli allenatori è nota

66
0

Mauricio Pochettino non è ancora partito, ma la dirigenza del PSG sta già iniziando a discutere della sua successione.

Il PSG si prepara a iniziare una nuova era. Un’epoca alla quale Mauricio Pochettino non dovrebbe essere invitato. Nonostante la vittoria del campionato francese, l’allenatore argentino sarà probabilmente licenziato dal suo incarico. Non fa parte dell’equazione per il futuro, così come Leonardo.

Ma chi gli succederà? I dirigenti del PSG hanno scelto di prendere tempo per trovare l’allenatore giusto. E sono in qualche modo costretti a temporeggiare perché il nuovo direttore sportivo non è ancora arrivato. Cche lavorerà con il nuovo allenatore. Lo spagnolo Luis Campos è stato preso in considerazione per il ruolo.

Due allenatori portoghesi consigliati dal PSG

Il nome di Zinedine Zidane è stato citato con insistenza negli ultimi tempi. L’ex leader dei Les Bleus, tuttavia, non verrà. È stato contattato da Doha, ma ha rifiutato l’offerta. Aveva l’obbligo di avere pieni poteri sulle assunzioni. Una garanzia che Parigi non poteva offrirgli.

Leggi:   Una donna indonesiana lega con gibboni argentati in via di estinzione

Quindi la strada è libera per questa grande responsabilità a Parigi. Al momento si osserva che non c’è un chiaro favorito, a differenza del passato. Thiago Motta, una vecchia conoscenza del club, sta emergendo come un candidato logico, ma non è l’unico. Joachim Low non è ancora stato completamente escluso. Inoltre, sembra che ci siano stati contatti con l’allenatore del Nizza Christophe Galtier. Infine, nell’edizione odierna, L’Equipe rivela che sono allo studio i profili di due giocatori portoghesi, Sergio Conceiçao (Porto) e Ruben Amorim (Sporting). Sulla panchina parigina potrebbe quindi sedere un erede di Artur Jorge.

Vedi anche:
>>> Il colpo di fulmine di Fred Hermel su Mbappé

Articolo precedenteTchouaméni ha scelto il suo futuro club
Articolo successivoLe criptovalute “non valgono nulla” secondo il presidente della Banca centrale europea