Home Ultime notizie Stile di vita ‘Qualità rispetto alla quantità’: Venezia fa pagare ai turisti giornalieri fino a...

‘Qualità rispetto alla quantità’: Venezia fa pagare ai turisti giornalieri fino a 10 € per entrare; prepara il sistema di prenotazione delle gite di un giorno

117
0

Venezia è un paradiso turistico mentre i visitatori di tutto il mondo vengono attratti dalla bellezza dei suoi canali, dall’architettura affascinante e dalle opere d’arte straordinarie ospitate nei suoi musei.

Nel corso degli anni, l’eccessivo turismo ha portato ad affollamento ed effetti dannosi per la città e il suo ambiente. Per gestire questo trambusto turismoora sarà la prima città al mondo a richiedere una quota di iscrizione.

Poiché il numero di visitatori ha raggiunto per la prima volta i livelli pre-pandemia durante il fine settimana di Pasqua, agli escursionisti verranno ora addebitati 10 euro per entrare nella città italiana. Secondo il sindaco della città, i visitatori possono effettuare prenotazioni da questo estatecon ingresso a pagamento da gennaio 2023.

“Il turismo a #Venezia riparte. Una boccata d’aria fresca per gli operatori. Oggi in tanti hanno capito che rendere prenotabile il City è la strada giusta da intraprendere, per una gestione più equilibrata del turismo”, ha twittato il sindaco Luigi Brugnaro, annunciando che Venezia “sarà il primo Paese al mondo a fare questo difficile esperimento”.

Secondo Il guardiano, i piani per un biglietto d’ingresso sono in dirittura d’arrivo da quando è stato approvato per la prima volta dal governo italiano alla fine del 2018 come soluzione al turismo di massa in città. Prima di pandemiaha attirato circa 30 milioni di persone ogni anno.

Leggi:   Il sgranocchiare riso appiccicoso al mango del rapper thailandese Milli aumenta l'amato dessert

Questa nuova misura sarà applicata agli escursionisti che dovranno prenotare in anticipo e pagare dai tre ai dieci euro, a seconda di quanto è affollata la città nel giorno in cui vogliono visitare.

“La fase sperimentale inizia a giugno quando i turisti diurni saranno invitati a prenotare attraverso un sito che è in fase di completamento da parte dell’amministrazione comunale”, ha detto Simone Venturini, assessore al turismo di Venezia La Repubblica. “Chi prenoterà riceverà incentivi, come sconti all’ingresso musei. Per determinare la tariffa di accesso, fisseremo una soglia massima di 40.000 o 50.000 visitatori al giorno”.

Le persone residenti nel Veneto, invece, saranno esonerate dal pagamento della quota di iscrizione. Sarà comunque richiesto loro di effettuare una prenotazione anticipata. Esenzioni per eventi come la partecipazione a funerale o la visita della famiglia sarà annunciata nelle prossime settimane. Inoltre, i visitatori che pernottano saranno esentati in quanto già pagano la tassa di soggiorno.

Leggi:   Il Barça punta all'ex madrileno

Avere il sistema di prenotazione “ci darà la possibilità di sapere quante persone sono previste per quel giorno, e di calibrare i servizi in base al numero. Vogliamo meno quantità e più qualità”, ha aggiunto Venturini.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

Articolo precedenteCity-United, duello per l’internazionale inglese
Articolo successivoEriksen, la scelta di Ten Hag