Home Ultime notizie Tecnologia Twitter accetta di fornire a Elon Musk dati sugli account falsi

Twitter accetta di fornire a Elon Musk dati sugli account falsi

120
0

Twitter ha ceduto e finalmente fornirà a Elon Musk i dati degli account falsi che chiedeva da tempo. Il capo di Tesla vuole ottenere tutte le informazioni sapendo che ha fatto un’offerta di acquisto di oltre 44 miliardi di dollari.

Lunedì scorso, in un documento ufficiale, il capo di Tesla aveva minacciato di ritirare la sua offerta di acquisizione del social network, che a suo dire stava resistendo attivamente alle sue richieste di informazioni su spam e account bot, cosa che la piattaforma ha smentito. Ma il consiglio di amministrazione di Twitter fornirà al multimiliardario “un flusso di dati che comprende i circa 500 milioni di tweet pubblicati ogni giorno”.forse già questa settimana, secondo il Washington Post.

Elon Musk ha presentato un’offerta da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter ad aprile, dopo una serie di colpi di scena, dal suo ingresso inaspettato nell’azienda a una serie di messaggi molto critici nei confronti del social network. A metà maggio ha annunciato la sospensione dell’accordo con il consiglio di amministrazione (prima di ribadire l’intenzione di acquistare la piattaforma), citando i suoi dubbi sui dati trasmessi da Twitter su spam e account falsi, nonché sulle misure adottate per limitarne la proliferazione.

Leggi:   Yachin Trophy 2021: ecco chi ha reso Edouard Mendy numero uno

L’accordo di acquisizione obbliga Elon Musk a portare a termine l’affare, a meno che non riesca a dimostrare che il social network lo abbia ingannato o che un evento importante ne abbia modificato il valore. Entrambe le parti hanno concordato di pagare una commissione di rottura fino a 1 miliardo di dollari in determinate circostanze.

Twitter stima che il numero di account falsi e di spam sul social network rappresenti meno del 5% dei suoi utenti attivi giornalieri. Ma Elon Musk sostiene che la metodologia della piattaforma non è “adeguato” e che deve condurre la sua “analisi propria”..

Articolo precedenteIl Barça non crede più in Dembelé!
Articolo successivoAndroid 13 beta 3 è disponibile