Home Ultime notizie Stile di vita Vertice di Ayush: nuovo studio India-Regno Unito per concentrarsi sull’uso di Ashwagandha...

Vertice di Ayush: nuovo studio India-Regno Unito per concentrarsi sull’uso di Ashwagandha nel trattamento di Long Covid

73
0

La London School of Hygiene and Tropical Medicine collaborerà con l’All-India Institute of Ayurveda, un’istituzione autonoma sotto il Ministero dell’Ayush, per testare l’effetto delle compresse di Ashwagandha nei pazienti che affrontano il “Covid lungo”. Il primo esercizio di questo tipo, lo studio sarà condotto dall’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) che regola i medicinali, i dispositivi medici e i componenti del sangue per le trasfusioni nel Regno Unito.

Quasi 2.500 persone con Covid-19 in tutto il Regno Unito faranno parte dello studio, ha affermato la dott.ssa Tanuja Nesari, Direttore dell’Indian Institute of Ayurveda al Global Ayush Investment and Innovations Summit di Gandhinagar.

L’Ashwagandha (Withania somnifera) o la ciliegia invernale indiana è nota per le sue proprietà energizzanti e antistress e ha un comprovato “profilo di sicurezza (effetti terapeutici e avversi di una sostanza)”.

Ampiamente definito come un complesso sequel della malattia acuta da Covid-19, caratterizzato da affaticamento, nebbia cerebrale e esiti debilitanti sulla salute e sulla qualità della vita, tra gli altri sintomi, molti pazienti si sono recentemente lamentati di Long Covid, poiché la pandemia si allontana e ritorna .

“I sintomi possono persistere a lungo dopo la guarigione dal Covid e questi potrebbero essere affaticamento, dolore muscoloscheletrico, insonnia, irrequietezza e ansia. Circa 2.500 persone che soffrono di questi sintomi dopo la guarigione dal Covid nel Regno Unito riceveranno la compressa di Ashwagandha – 500 mg, due volte al giorno, per tre mesi. Saranno monitorati per verificare se l’erba aiuta a un recupero più rapido”, ha affermato il dottor Nesari.

Leggi:   Uno sguardo al potente selfie game di Serena Williams e Alexis Ohanian

“Sotto l’egida dell’Ayush Central Council for Research in Ayurvedic Sciences (CCRAS) e CSIR (Council of Scientific and Industrial Research) abbiamo completato studi randomizzati controllati di farmaci preventivi su 800 soggetti ad alto rischio per dimostrare l’efficacia e la sicurezza di Ashwagandha in Covid- 19. Sebbene la causa e la patologia precise non siano note in questi casi, potrebbero essere coinvolti un recupero immunitario e un’immunità inadeguati … e l’ashwagandha sembra essere un potenziale terapeutico per questi pazienti”, ha affermato il dottor Arvind Chopra, coordinatore clinico capo del progetto AYUSH-CSIR.

Finora l’ashwagandha è stato promosso come integratore e immunomodulatore, e questa è la prima volta che l’MHRA ha approvato il suo uso come medicinale. Un’unità di produzione certificata GMP (European Union Good Manufacturing Practice) produrrà i tablet in India. “Siamo il partner di conoscenza e forniremo l’Ashwagandha per le compresse”, ha aggiunto il dottor Nesari.

Leggi:   La Juventus è pronta ad affrontare il Madrid?

Con l’obiettivo di sviluppare un modello simile all’AIIMS per l’Ayurveda, l’istituto sta collaborando con 39 organizzazioni leader nel paese e all’estero, tra cui la Harvard Medical School e la Prince Charles Foundation del Regno Unito. E la “standardizzazione e validazione dei farmaci ayurvedici e delle modalità di trattamento” è tra le massime priorità dell’istituto.

Ci auguriamo che lo studio inizi presto, ha affermato il dottor Nesari, poiché tutte le formalità sono state completate e “il protocollo, il pre-screening, lo sviluppo di farmaci e lo screening dei pazienti sono iniziati”.

L’All-India Institute of Ayurveda, New Delhi, è un ospedale di cure terziarie sotto il Ministero dell’Ayush, con il mandato principale di creare una base di prove per le pratiche tradizionali supportate dalla tecnologia.

“Questi sono tempi entusiasmanti per generare Ayurveda basata sull’evidenza per il riconoscimento globale e l’uso clinico. Recenti studi di ricerca sul Covid in India, incluso quello in collaborazione con il centro del Regno Unito, alla fine alimenteranno la medicina integrativa futuristica”, ha affermato. Dr Chopra.

Articolo precedenteL’artista ucraino fa uno stand culturale alla Biennale di Venezia
Articolo successivoOL, un mercato XXL: nuove rivelazioni scioccanti!