Home Ultime notizie Tecnologia Wikipedia non accetta più donazioni in criptovaluta

Wikipedia non accetta più donazioni in criptovaluta

78
0

La Wikimedia Foundation, che gestisce principalmente Wikipedia, ha deciso di non accettare più donazioni fatte in bitcoin o altre criptovalute. Come risultato di questa decisione, il conto Bitpay dedicato verrà chiuso.

La fine delle donazioni in criptovaluta per la Wikimedia Foundation

Dopo una lunga discussione con quasi 400 membri della comunità della fondazione, la maggioranza ha votato per porre fine ai contributi in criptovaluta con 234 voti contro 94. Alcuni dei principali argomenti riguardavano le implicazioni ambientali del bitcoin, il rischio di truffe, così come il fatto che la fondazione riceve una quantità molto piccola di donazioni in criptovaluta rispetto ad altre forme di pagamento. Dice di aver ricevuto 130.100,94 dollari in donazioni di criptovalute nel 2021, che è solo lo 0,08% del totale dei contributi ricevuti.

Leggi:   Il River Plate spera in Cavani

Sul suo sito web, la Wikimedia Foundation afferma:

La Wikimedia Foundation ha deciso di non accettare più direttamente le criptovalute come modo di donare. Abbiamo iniziato la nostra accettazione diretta delle criptovalute nel 2014 sulla base delle richieste dei nostri volontari e delle comunità di donatori. Stiamo prendendo questa decisione in base al recente feedback di quelle stesse comunità. In particolare, chiuderemo il nostro conto Bitpay, che rimuoverà la nostra capacità di accettare direttamente le criptovalute come metodo di donazione.

GorillaWarefare (aka Molly White), un editore di Wikipedia, ha scritto una proposta per la fondazione di smettere di accettare le criptovalute, chiamandole“investimenti estremamente rischiosi”. Ha anche sottolineato che potrebbero non allinearsi con l’impegno della fondazione per la sostenibilità ambientale, poiché la produzione annuale di criptovalute utilizza più energia di interi paesi. Molly White ha anche citato il cambiamento di cuore alla Mozilla Foundation (Firefox), che ha deciso di accettare bitcoin dopo aver affrontato un forte contraccolpo da parte degli utenti.

Leggi:   Nvidia abbandona l'acquisizione di ARM
Articolo precedenteEid ul-Fitr 2022: goditi il ​​delizioso khurma puro oggi (ricetta all’interno)
Articolo successivo[#BonPlan] Promozioni high-tech per il 2 maggio